torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
premio letterario

VIII edizione a Città di Castello


Dopo il successo dell’VIII edizione Premio letterario Città di Castello l’Associazione Culturale “Tracciati Virtuali”, incoraggiata dall’apprezzamento generale che la manifestazione ha potuto riscontrare, si è già messa al lavoro per il lancio dell’edizione 2015, la IX da quando il concorso è stato istituito.

Anche l’edizione che sta per essere indetta si potrà fregiare del prestigioso Alto Patronato del Presidente della Repubblica, e molte iniziative sono già in cantiere per arricchire il programma degli eventi che si susseguiranno durante tutto il 2015 fino alla conclusione prevista per il mese di ottobre con la cerimonia finale di premiazione.

La giuria del Premio Letterario Città di Castello sarà coordinata e diretta ancora una volta dal Presidente Alessandro Quasimodo, e pur essendo già qualificata e coesa, sarà ancora di più arricchita dalla presenza di due importanti personalità.

Faranno parte della squadra a partire da quest’anno l’attrice e scrittrice Anna Kanakis e il cantautore Ron, che andranno ad affiancare gli altri giurati e cioè la giornalista e scrittrice Antonella Appiano, Alessandro Masi, Segretario generale della Società Dante Alighieri, l’ambasciatore d’Italia Claudio Pacifico, la giornalista Daniela Lombardi e Alberto Stramaccioni docente all’Università per Stranieri di Perugia. Il premio è riservato a opere inedite e suddiviso in tre sezioni principali: narrativa, poesia e saggistica. Oltre alle tre sezioni classiche del concorso è prevista anche per il 2015 la sezione speciale Mondi e Culture sulle sponde del Mediterraneo che ha come obiettivo quello di promuovere la conoscenza, la cooperazione e l’interazione tra la cultura italiana e la cultura araba dei Paesi della Riva Sud del Mediterraneo. Anche l’altra sezione speciale 1970-2020: Verso il 50° anniversario della Regione Umbria è estremamente interessante, e si pone l’obiettivo di promuovere studi e ricerche nell’ambito storico, politico ed economico dell’Umbria.

articolo pubblicato il: 03/02/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it