torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Elettrocardiodramma"

al Teatro Argot Studio di Roma


Teatro Argot Studio Dal 27 gennaio al 1 febbraio 3 FEBBRAIO 2015 RIETI | TEATRO FLAVIO VESPASIANO 4 FEBBRAIO 2015 VITERBO | MAT MUSICARTEATRO

Leonardo Capuano

Elettrocardiodramma

di e con Leonardo Capuano assistente alla regia Elena Piscitilli luci Corrado Mura produzione 369gradi – Armunia

Per la stagione congiunta Dominio Pubblico va in scena, dal 27 gennaio al 1 febbraio 2015, per la prima volta a Roma, al Teatro Argot Studio di Trastevere, il monologo “Elettrocardiogramma” scritto, diretto e interpretato dal poliedrico artista noto alla scena contemporanea, Leonardo Capuano. Per Dominio Pubblico in regione, grazie alla collaborazione di ATCL Lazio lo spettacolo andrà in scena anche il 3 febbraio alle ore 21.00 a Rieti al Teatro Flavio Vespasiano e il 4 febbraio sempre alle ore 21.00 a Viterbo presso il MAT Musicarteatro.

In scena un uomo balbuziente, con indosso un vestito da donna, non sembra far caso a ciò che indossa: dice d’essersi svegliato cosi. Una figura tragicomica che mi accompagna da anni, il balbuziente, non un’invenzione ma un caro amico che di tanto in tanto mi racconta come gli vanno le cose. Sembrerebbe solo ma non lo è, parla con chi gli fa compagnia da sempre, figure presenti, concrete, come quattro fratelli, la madre, la donna amata, che vivono con lui, parlano attraverso lui, e cercano di risolvere le problematiche della vita di tutti i giorni a modo loro. Elettrocardiodramma sembra un errore, ma in realtà rivela una piccola verità, una paura latente, o un punto di vista comico e sorprendente.
Leonardo Capuano

Leonardo Capuano, si diploma presso la Scuola di formazione teatrale Laboratorio Nove e si forma tra gli altri con Danio Manfredini e Alfonso Santagata. Dà vita alla sua compagnia nel ’97 con “Sa vida mia perdia po nudda” a cui segue “La cura”, che debutta al festival di Volterra nel 2000, “Le Sante” 2002 e “Zero Spaccato” nel 2003. Con il supporto di 369gradi e Armunia, insieme a Roberto Abbiati realizza nel 2005 Pasticceri, spettacolo che è ancora in repertorio e con Renata Plaminiello produce Due. Ultime produzioni sono La sofferenza Inutile ed Elettrocardiodramma. Lavora tra gli altri con la compagnia Lombardi-Tiezzi, Andrea De Rosa e Pietro Babina accanto a Umberto Orsini.

369gradi è un organismo di produzione riconosciuto dal MIBACT che sostiene e produce arti performative nell'ambito dell'innovazione della sperimentazione e della multidisciplinarietà. Il progetto artistico è strettamente legato alla costruzione di costanti strategie che permettano sia la crescita e la valorizzazione del talento e della creatività delle formazioni artistiche prodotte, sia la promozione e la diffusione della drammaturgia e delle arti performative italiane contemporanee in Italia e all’estero.

Teatro Argot Studio Via Natale del Grande, 27 (Trastevere) tel: 06-5898111 | orari: dal martedì al sabato ore 21.00, la domenica 17.30 biglietti: 10 euro (intero) 8 euro (ridotto) + tessera associativa annuale (3 euro) programma completo su: www.dominiopubblicoteatro.it

articolo pubblicato il: 25/01/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it