torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
Il lago dei cigni

al Teatro Rossini di Civitanova Marche


Si apre il sipario lunedì 22 dicembre sulla diciottesima edizione della rassegna Civitanova Danza tutto l’anno, un cartellone promosso dal Comune di Civitanova Marche, dall’Azienda Teatri di Civitanova e dall’AMAT e realizzato con il contributo di Regione Marche e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Il primo dei sei appuntamenti è al Teatro Rossini con il Bashkirian State Ballet Theatre di Ufa (Russia), con la direzione artistica di Vladislav Samoylov e Leonora Kuvatova responsabile del corpo di ballo, che porta in scena Il lago dei cigni, l’opera più famosa e affascinante tra i capolavori del balletto classico nella versione coreografica originale di Petipa-Ivanov, accompagnata dalla maestosa musica di Čajkovskij. Quaranta ballerini in scena rievocano la romantica storia d’amore tra il Principe Siegfried e Odette, maledetta da un incantesimo del mago Rothbart e costretta ad avere di giorno le sembianze di un cigno bianco.

Il Bashkirian State Ballet Theatre fondato nel 1938, ha sede nella sua capitale Ufa. Il Teatro è sempre stato indissolubilmente legato al nome di Rudolf Nureyev, il più famoso ballerino del XX secolo. Proprio in questo teatro Rudolf Nureyev mosse i primi passi prima di trasferirsi al Kirov di Leningrado.

Dalla scomparsa di Nureyev nel 1993 il Bashkirian State Ballet Theatre ospita ogni anno un importante festival di danza in memoria del grande ballerino, voluto dal celebre coreografo Yuri Grigorovich direttore per più di trenta anni del Teatro Bolshoi di Mosca. Le étoile dei più importanti teatri russi e solisti internazionali considerano un grande onore ballare sul palco di questo celebre festival in memoria di Rudolf Nureyev. Nel repertorio della compagnia troviamo i grandi capolavori del balletto classico: Il lago dei cigni, La bella addormentata, Lo schiaccianoci, Giselle, Le corsaire, La fontana di Bakhchisarai, Paquita, Chopiniana, Don Chisciotte, La Bayadere, Raymonda, La Sylphide, Romeo e Giulietta, La Fille Mal Gardee.

Diplomato alla Petersburg school of Russian Classical ballet, il grande coreografo russo, Yuri Grigorovich, inizia la sua carriera di solista al Mariinsky Theatre, dove più tardi avrebbe realizzato i suoi primi importanti lavori coreografici: Stone Flower di Prokofiev e Legend of Love di Melikov. Queste produzioni hanno reso Grigorovich celebre come coreografo e segnato la strada che per molti anni ha determinato lo sviluppo del balletto russo. Per più di 30 anni (1964 – 1995), Yuri Grigorovich è stato coreografo del Bolshoi Theatre. Sono stati gli anni dei grandi risultati artistici della compagnia, quando matura la grande reputazione a livello mondiale. Sotto la direzione di Grigorovich, il Bolshoi Ballet realizzerà oltre 90 tournée, stabilendo così il primato della scuola russa di balletto classico in tutto il mondo e portando fama mondiale ai suoi brillanti solisti. Grigorovich è stato a capo di giurie internazionali in competizioni di danza in Russia, Finlandia, Stati Uniti, Svizzera, Giappone, Bulgaria e Ucraina ed è il Chairman del premio “Benois de la Danse”, che si avvale del patrocinio dell’UNESCO. Egli è anche membro della Vienna Music Society, Honorable Chairman of the International Theatre Institute, Chairman of the International Dance Union e Honorable Chairman of the Ukrainian Dance Academy.

Per informazioni e biglietti (da euro 18 a euro 30): Teatro Rossini 0733 812936. Inizio spettacolo ore 21.15.

articolo pubblicato il: 19/12/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it