torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
Figliol prodigo

al Teatro Biblioteca Quarticciolo di Roma


Teatro Biblioteca Quarticciolo

Figliol prodigo

sabato 20 ore 21 - domenica 21 dicembre 2014 ore 18 drammaturgia Marco Maltauro e Pier Paolo Fiorini con Giorgio Colangeli, Giovanni Scifoni, Patrizia Romeo spettacolo vincitore del premio i Teatri del Sacro 2013

Vincitore del premio I Teatri del Sacro 2013, FIGLIOL PRODIGO, scritto da Marco Maltauro e Pier Paolo Fiorini, interpretato da Giorgio Colangeli, Giovanni Scifoni e Patrizia Romeo, debutta al Teatro Quarticciolo sabato 20 dicembre 2014.

La parabola del figliol prodigo è un racconto misterioso, scandaloso, violento. Un racconto che, in realtà, non conosciamo ancora, perché il suo culmine e il suo abisso, al pari delle altre parabole, è inconoscibile. Lo spettacolo vuole interrogare fino in fondo la parabola, farla risuonare e riverberare, fletterla alle sue estremità, in sospensione tra mito, archetipo e messaggio morale, fino a renderla un’esperienza nuova per gli spettatori, chiamati non solo a meditare, ma a scandalizzarsi ancora. Un titolo da fiaba, per uno spettacolo che racconta una storia senza tempo.

Note di Marco Maltauro
Raccontiamo l’arcinota parabola evangelica, la cui trama originale è già un ordigno drammatico: il conflitto di un figlio ribelle conto il padre e la famiglia, il suo viaggio attraverso i piaceri del mondo, la carestia, la disgrazia, il suo ritorno a casa con la speranza di essere assunto come servo, e infine il colpo di scena: l’abbraccio del padre. Su questo straordinario soggetto, che riassume potentemente la novità e lo scandalo della predicazione di Cristo, un’idea illimitata di amore, si sviluppa lo spettacolo. La parabola del figliol prodigo è un racconto misterioso, scandaloso, violento – Un racconto che, in realtà, non conosciamo ancora, perché il suo culmine e il suo abisso, al pari delle altre parabole, è inconoscibile. Lo si può solo rappresentare -lasciando affiorare l’ambivalenza del rapporto tra i personaggi e lo scandalo del perdono finale. E’ un racconto che sconfina dai nostri limiti, dal nostro senso comune, dal nostro modo di intendere l’equità e la giustizia – dalla nostra comprensione del perdono come perfezione di un dono inaudito. Lo spettacolo vuole interrogare fino in fondo la parabola, farla risuonare e riverberare, fletterla alle sue estremità, in sospensione tra mito, archetipo e messaggio morale, fino a renderla un’esperienza nuova per gli spettatori, chiamati non solo a meditare, ma a scandalizzarsi ancora. La storia si svolge in 70 minuti di spettacolo e conserva il titolo della tradizione, che rimanda a tanta iconografia.

Teatro Biblioteca Quarticciolo Via Ostuni, 8 (Tra via Prenestina e viale Palmiro Togliatti) Info e prenotazioni Botteghino: tel. 06.98951725 fax 06.98951726 (dal giovedì al sabato 16.00 - 19.00 e nelle sere di spettacolo dalle 20 alle 21.30 - domenica 17.00 - 18.30) promozione@teatrobibliotecaquarticciolo.it www.teatrobibliotecaquarticciolo.it - www.casadeiteatri.roma.it pagina facebook Teatro Biblioteca Quarticciolo

Biglietti intero 10 euro, ridotto 8 euro Orario Spettacoli serale ore 21,00; pomeridiana ore 18,00

articolo pubblicato il: 15/12/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it