torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
EXIT

VII edizione


Sarà in scena dal 1 al 14 dicembre 2014 al Teatro dell’Orologio, la settima edizione di EXIT - Emergenze Per Identità Teatrali. Sette anni in scena, più di 70 spettacoli allestiti, innumerevoli gli attori, importanti media partner, tantissimi artisti coinvolti e migliaia di spettatori, storici sostenitori e nuovi curiosi che ogni anno scoprono o si fidelizzano con quella che ormai è una delle realtà teatrali più importanti nel panorama teatrale italiano. Exit è ideata e realizzata dalle compagnie aderenti alla Fed.It.Art. Federazione Italiana Artisti.

In questa settima edizione, nove saranno le compagnie in scena per otto spettacoli che accompagneranno il pubblico in questo luogo d’incontro, di confronto, di emozioni e di pensieri, perché Exit è un teatro per tutti e di tutti, che ha sempre qualcosa da dire. Non un teatro d’élite, ma un cartellone pensato per il pubblico attento a trovare una scappatoia intelligente dall'alveo della “Tradizione”. La varietà dei generi e contenuti di questa rassegna riesce a soddisfare una utenza molto vasta e varia, proprio perché gli spettacoli sanno divertire, emozionare, formare e informare, allietare, impressionare e, talvolta, anche sconcertare.

Exit quest’anno farà da madrina alla prima edizione del concorso per autori “ Un bagaglio di idee”, ideato e voluto dalla Fed.It.Art. con il coordinamento di Massimiliano Zeuli. La rassegna avrà inizio il 1 dicembre con la premiazione dei primi tre classificati che saranno proclamati dall’ Assessore alla Cultura della Regione Lazio Lidia Ravera nonché da due importanti drammaturghi quali Angelo Longoni e Giuseppe Manfridi. I testi sono stati valutati da una commissione composta da professionisti del settore: Clelia Falletti - Drammaturga e docente di storia del Teatro presso l'Università La Sapienza di Roma, Ilaria D'Ottavi - Radio Antenna 1 – Speaker e autrice radiofonica, Piera Rossotti Pogliano - Direttrice della casa editrice Edizioni Esordienti E-book, Maria Teresa Liuzzi - Responsabile sezione teatrale de “Il rifugio degli Esordienti”, Lina Maria Ugolini – Autrice, redazione romana di Teatro.persinsala.it, coordinata da Daniele Rizzo, Andrea Cova - Direttore di Saltinaria.it, Marcello Isidori - Dramma.it, Enrico Maria Falcone - direzione artistica teatro Ambra alla Garbatella.

EXIT è emergere dall'emergenza per trovare una o più identità: quelle del teatro, della musica e dei suoi interlocutori, di nuovo insieme in un antico e sempre nuovo rito di condivisione. Il grande consenso di pubblico di questi anni non ha fato altro che confermare che Exit è un luogo stabile in cui parlare ad ampio raggio il linguaggio del teatro, della musica e dello spettacolo a tutto tondo.

La Fed.It.Art. (Federazione Italiana Artisti) è una federazione composta da “compagnie teatrali, musicali e di danza” ed ha il fine di tutelare gli interessi collettivi della categoria dello spettacolo dal vivo e di rappresentarli nei confronti delle Istituzioni. La Federazione propone una visione moderna dello spettacolo dal vivo, percorsi rinnovati di formazione e circuiti di distribuzione non tradizionali. È impegnata nello sviluppo dell’arte e della cultura in un’ottica di espansione territoriale e di decentramento, seguendo un percorso di intervento che si avvale delle consolidate esperienze nelle province del Lazio di un nutrito gruppo di associazioni che operano nel territorio regionale. EXIT è promossa dalla Fed. It. Art. e le compagnie ad essa affiliate, che partecipano alla rassegna si auto producono in quanto sostenitrici e ideatrici del progetto.

IL CALENDARIO DELL’EDIZIONE 2014:

Lunedì 1 dicembre 2014, Festa di apertura ore 18.30: la serata avrà inizio con la premiazione dei primi tre classificati del concorso per autori “ Un bagaglio di idee”. Seguirà la presentazione del programma della rassegna da parte delle compagnie coinvolte per finire con un brindisi augurale assieme al pubblico convenuto : giornalisti, spettatori e chiunque voglia conoscere da vicino la rassegna che da sette anni incuriosisce e coinvolge, sempre di più, il pubblico romano e non solo. Una festa pretesto per fermarsi e brindare alla cultura e all’arte.

Martedì 2 e mercoledì 3 dicembre ore 21.00, Overlook presenta “Acustico Italiano 2.0”; pianoforte e voce Domenico Severino, percussioni Francesco “Panchito” Surace ,chitarre Peppe D’Agostino, con la regia di Massimiliano Zeuli. Acustico Italiano 2.0 e’ un concerto in cui è possibile far convivere le grandi canzoni italiane e quelle d’autore in un bilanciamento naturale di poesia ed italianità’. In programma brani di Conte, Dalla, De Gregori, Paoli, Lauzi, Tenco , Modugno, Battisti, Buscaglione.

Giovedì 4 dicembre ore 21.00, Akunamatata presenta “ Paese Metropolitano, emozioni e culture condivise ” con Lorenzo Fellini cantautore, Gabriele Barettin pianista e la Compagnia Antidotum Tarantulae: un viaggio attraverso persone che vivono la città per mezzo della loro esperienza artistica: un cantautore che dice la sua, un gruppo popolare che rivive i suoni del passato con intensità e allegria, un mimo, un nano, il sound nostrano che viene da lontano, un pianista che racconta, e tante improvvise incursioni di tanti amici”.

Venerdì 5 dicembre ore 21.00 Kipling presenta Marco Colonna e Asa Quartet in “Tales of the moon catcher”, con Marco Colonna al clarinetto basso, Graziano D’Urbano al sax soprano, Stefano Ensabella al sax alto, Francesco Pecorari al sax tenore, Franesco Ciocca al sax baritono; il suono del quartetto di sassofoni è l’ideale medium capace di essere classico e feroce, ritmico e suadente…ogni brano è una storia.

Sabato 6 dicembre ore 21.00 e domenica 7 dicembre ore 17.30, Teatraltro presenta “Le voci di gio'” di e con Eduardo Ricciardelli e Maria Teresa Pascale. Lo spettacolo racconta la travagliata storia della pulzelle de Orleans donna, guerriera e santa Giovanna D’arco si distingue in vita per la sua tenacia e arguzia ma il suo spirito guerriero è guidato da voci che oltre ad indirizzarla nel cammino della battaglia la tormentano; due corpi sulla scena animano una vicenda appassionante e controversa che si snoda i un mondo di suoni azioni e parole.

Martedì 9 dicembre ore 21.00 Teatro dell’ Applauso presenta “Accentrica” racconti Sonori di e con Andrea Galasso; partendo dagli aneddoti e dalle curiosità che hanno contraddistinto la nascita di alcune delle canzoni più famose dal dopoguerra in poi, si arriva alla storia, talvolta celata e misteriosa, di alcune delle figure più importanti della nostra epoca che, attraverso la Nonviolenza Attiva, hanno segnato il cammino dell'umanità.

Mercoledì 10 dicembre ore 21.00 Walden presenta “Sartori non deve morire” con Raffaele Balzano, Geremia Longobardo, Marco Zordan, scritto e diretto da Raffaele Balzano; lo spettacolo porta in primo piano una storia di vita vissuta, quotidiana e al tempo stesso morbosa e grottesca. Chi di noi, soffrendo, almeno una volta nella vita, nel lavoro oppure negli affetti, non ha avuto la tentazione di mettere l’autore della propria sofferenza di fronte al proprio torto? Marcello Sàrtori, inconsapevole autore delle sofferenze di un uomo, viene messo alla prova da lo stesso personaggio che fa soffrire, attraverso situazioni estreme, a tratti paradossali e dissacranti.

Giovedì 11 e Venerdì 12 dicembre ore 21.00 Le compagnia LABit e Teatro la Scaletta presentano “Buca di sabbia” di M.Walczak,con Tony Allotta e Sabrina Dodaro, regia Gabriele Linari; una messa in scena divertente ma anche cruda e diretta sulla non comunicazione, sulla ricerca spasmodica di un contatto. Buca di sabbia è per noi una camera dove sezionare un rapporto di coppia, dal primo incontro alle conseguenze estreme del conoscersi, per capire che, forse, l'unico vero confine non è tra uomo e donna ma tra condivisione e solitudine.

Sabato 13 dicembre ore 21.00 e domenica 14 dicembre ore 17.30 Abraxa Teatro presenta “La luce dai tuoi occhi” con Sara Chirico, Massimo Grippa e Paola Morini, regia e drammaturgia di Emilio Genazzini. Lo spettacolo è liberamente ispirato al testo teatrale dello scrittore, premio Nobel per la pace, Elie Wiesel. In una taverna, sull'ora del crepuscolo, si incontrano tre attori ebrei chiamati lì da un misterioso personaggio, che ha promesso di dare a loro un compenso in cambio della messa in scena di uno spettacolo da provare all'interno del locale.

Teatro dell'Orologio – Sala Moretti Via dè Filippini, 17/a, 00186 Roma tel 06.6875550 1 | 14 dicembre 2014 Orario spettacoli : lunedì 1 dicembre ore 18,30 tutti i giorni alle 21.00, domenica ore 17,30 Costo del biglietto per gli spettacoli: intero 15.00 euro – ridotto 10.00 euro + tessera associativa

articolo pubblicato il: 23/11/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it