torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
finissage di Icastica

al Teatro Vasariano di Arezzo


Icastica 2014 è giunta alla conclusione, dopo 4 mesi in cui arte, architettura, musica, teatro, poesia hanno trasformato Arezzo in capitale dell’espressione creativa. Tanti protagonisti del linguaggio contemporaneo internazionale tra musei, palazzi, basiliche, piazze, vie, giardini, distribuiti nel centro della città tra storia ed eventi. La missione è stata compiuta: demusealizzare l’arte e scoprire un modo diretto di vivere con essa.

La manifestazione, sostenuta da Hera Comm, main sponsor, con Chimet, Italpreziosi, Camera di Commercio della Provincia di Arezzo, e molti partner culturali del territorio, ha registrato migliaia di visitatori e un tutto esaurito per gran parte degli eventi in programma, ma oltre ciò ha tracciato la via per fare cultura tramite l'amalgama di antico e nuovo: un esempio da seguire per attrarre turismo in una parte della Toscana che, quando conosciuta, viene anche stimata e apprezzata. Il segreto è stato ed è privilegiare una cultura che restituisce ambizione e successo attraverso la partecipazione del turista alla vita cittadina, divenendo prima entusiasmo, poi crescita consapevole, e infine economia.

Giovedì 30 ottobre, dalle ore 17 presso la Sala del Teatro Vasariano in Arezzo si terrà il finissage di Icastica - art events, II edizione, a cui parteciperanno il Vicesindaco di Arezzo Stefano Gasperini, l'Assessore alla Cultura del Comune di Arezzo Pasquale Giuseppe Macrì, il Presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai, l'Amministratore Delegato di Hera Comm Cristian Fabbri, il Direttore di Icastica Fabio Migliorati, con autorità cittadine, personaggi del mondo della cultura, della politica, dell'economia, e, tra gli altri, Emmanuele F.M. Emanuele, Presidente della Fondazione Roma, ospite d'onore che terrà una lectio brevis sul valore strategico della cultura e Marco Gasperetti, giornalista del Corriere Della Sera.

Fra la presentazione dell’opera inedita di Per Barclay sul crocifisso aretino del Cimabue, e l'inno e la medaglia di Icastica, si svolgerà la proclamazione dei tre artisti vincitori, premiati con la Chimera - simbolo della Città di Arezzo e realizzata da Argenterie Giovanni Raspini. L'ingresso è gratuito e la cittadinanza è invitata a partecipare.

articolo pubblicato il: 28/10/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it