torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
dittico Puccini/Donatoni

con la regia dell'attore Paolo Rossi


Il Teatro Lirico Sperimentale in occasione dei 150 anni dall’inaugurazione del Teatro Nuovo di Spoleto (1864 – 2014) in chiusura di Stagione presenta un originale dittico che vedrà affiancate un’opera degli inizi del ‘900 ad una del nuovo millennio. “Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini, ispirata al trentesimo canto dell’Inferno dantesco, sarà accostata ad “Alfred, Alfred” di Franco Donatoni, dove l’inferno è rappresentato dalla degenza ospedaliera del compositore, ricoverato a seguito di un coma diabetico, fonte di ispirazione e oggetto dell’opera stessa.

La direzione dell’O.T.Li.S. – Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale sarà affidata a Marco Angius, direttore tra i più rinomati e solido riferimento per la musica contemporanea e del ‘900: «Lo stile prosciugato dell’opera di Donatoni, la scrittura strumentale delle acrobazie vocali che si contrappongono al mutismo comico del protagonista, il pullulare di microrganismi sonori negli intarsi di un ensemble che comprende anche strumenti a pizzico di stilizzata ascendenza settecentesca, rappresentano le cifre distintive della personale carica minimalista di Donatoni. Nell’avvicendarsi delle scene grottesche di “Alfred, Alfred”, l’ironia donatoniana diventa materia drammaturgica ideale, estremamente duttile, a fronte di un’implacabile geometria formale di pannelli giustapposti come sketch televisivi; in essi s’alternano scenette d’improbabili medici e infermiere al capezzale del diabetico compositore, siglate da monologhi surreali negli intermezzi che accompagnano ciascuna scena, fino all’esilarante concertato conclusivo all’italiana. Gli intermezzi, in cui compaiono queste figure quasi felliniane, sono caratterizzati da effetti di parlato/intonato (Sprechgesang) trasformati in fittizi duetti con strumenti/personaggi che fanno talvolta il verso a certi luoghi comuni dell’opera lirica italiana».

Per il dittico Puccini/Donatoni ritorno a Spoleto dell’attore Paolo Rossi che ha debuttato nella regia lirica proprio con l’Istituzione umbra nel 2010 ne “Il Matrimonio Segreto” di Domenico Cimarosa. Ironico e graffiante come i temi affrontati nelle due opere, proporrà una regia originale ispirata all’immaginario circense.

Da venerdì 26 settembre (ore 20.30) il dittico Puccini/Donatoni debutterà per il pubblico più in generale, con repliche sabato 27 (ore 20.30) e domenica 28 (ore 17.00). Seguirà la Stagione Lirica Regionale 2014: lunedì 29 e martedì 30 settembre (ore 20.30) al Teatro Morlacchi di Perugia, mercoledì 1 ottobre (ore 20.30) al Teatro Lyrick di Assisi, il 2 ottobre (ore 20.30) al Teatro degli Illuminati di Città di Castello, venerdì 3 ottobre al Teatro Comunale di Todi (ore 20.30) e sabato 4 al Teatro Mancinelli di Orvieto (ore 21.00).

La Stagione dello “Sperimentale” si chiuderà con l’attesissima partecipazione al progetto europeo dedicato alla colta e intraprendete regina Cristina di Svezia, in collaborazione con il Royal Festivals di Stoccolma (istituzione coordinatrice del progetto), la Barock Akademie di Vienna e la Fondazione Maison des Sciences de l’Homme di Parigi.

Il progetto intende esaltare la figura della regina che, dopo la rinuncia al trono, lasciò la Svezia nel 1655 affrontando il viaggio che la vide attraversare parte dell’Europa e dell’Italia, fino all’arrivo a Roma, passando per l’Umbria e anche per Spoleto.

I cantanti e gli strumentisti del Teatro Lirico saranno i protagonisti di un programma concertistico con musiche di Corelli, Marazzoli, Pasquini, Purcell, Rossi, Tenaglia, A. Scarlatti e Stradella in due appuntamenti: a Roma, presso il salone d’Ercole di Palazzo Farnese lunedì 13 (ore 20.00) e il 14 ottobre (ore 20.30) presso il Complesso Monumentale di San Nicolò.

articolo pubblicato il: 26/09/2014 ultima modifica: 29/09/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it