torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

musica
"Fantastiche Visioni"

ad Ariccia


Nel cuore di agosto, torna ad Ariccia una delle rassegne estive più amate e partecipate della stagione: Fantastiche Visioni, un’occasione unica in cui godere del teatro di qualità nella bellissima cornice del Belvedere di Ariccia, scorcio naturalistico ed architettonico che ha ispirato artisti come Goethe.

Quest’anno più che mai, la rassegna (con il contributo del Comune di Ariccia, a cura dell’Associazione Culturale Arteidea, in collaborazione con il Comitato per l’Organizzazione delle Manifestazioni Comunali) ha voluto sfruttare la cornice di Gian Lorenzo Bernini come scenografia inimitabile, proponendo spettacoli che dallo sfondo artistico traggono forza.

“L’esperienza delle passate sei edizioni” ha spiegato Giacomo Zito, direttore artistico di Fantastiche Visioni e del Teatro Bernini “ci ha suggerito per quest’anno di ottimizzare ulteriormente il rapporto tra la meravigliosa scenografia urbana berniniana e gli spettacoli, tutti caratterizzati da una decisa presenza della musica e della canzone dal vivo, come ad alludere a quell’eredità barocca - così radicata nel tessuto storico e culturale ariccino – che fonde insieme il gran teatro alla commedia dell’arte grazie a quello straordinario agente catalizzatore che è la musica”.

Da qui, la scelta di inaugurare la rassegna il 15 agosto con un musical da antologia, Forza venite gente, con Michele Paulicelli, che è anche l’occasione per un invito, in questo frangente storico ed economico, a considerare la nostra esistenza secondo valori più umani e meno materiali; a seguire, il 17 agosto, una novità che giunge dall’Off Broadway newyorkese e che ha riscosso, nella versione italiana per la regia di Marco Simeoli, un immediato successo: Ti amo, sei perfetto, ora cambia, musical spassoso e ricco di spunti di riflessione sulla complessità dei nostri rapporti sentimentali.

Lo spazio per la rivalutazione del patrimonio storico e letterario di tradizione è stato affidato a due eventi: Io e Roma, il 22 agosto, con un mattatore come Gianfranco D’Angelo che, insieme ai Cerchi Magici e ai loro coinvolgenti interventi musicali, racconta di una romanità antica e recente, commovente e comica allo stesso tempo; e Storia nostra all’antica Osteria, il 24 agosto, tratto dal classico della letteratura romanesca in versi di Cesare Pascarella, recitato e cantato da una compagnia di affermati talenti, a cominciare dal poliedrico Toni Fornari, e allestito con successo da Stefano Messina.

La rassegna si conclude il 29 agosto con un evento musicale che ci riporta con ironia travolgente agli anni ’60 condito dallo straripante genio comico di Max Paiella accompagnato, così come in radio, dai The Rabbits.

articolo pubblicato il: 08/08/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it