torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Lenuccia, una partigiana del sud"

a Napoli


III edizione Teatro alla Deriva Terme-Stufe di Nerone (via Stufe di Nerone n. 37, Bacoli - NA) direzione artistica | Giovanni Meola ideazione | Ernesto Colutta 16 Luglio 2014 – ore 21 Vodisca Teatro

‘Lenuccia. una partigiana del sud’

progetto e regia - Aniello Mallardo con Maddalena Stornaiuolo | Luigi Credendino

Napoli si libera da sola dal giogo hitleriano ma se questo accadde, durante le “4 giornate” del ’43, fu solo perché persone comuni come Lenuccia Cerasuolo, una ragazza di 22 anni, preferirono non voltarsi dall’altra parte e lottare a rischio della propria vita.

Il 16 Luglio alle Terme-Stufe di Nerone partirà, con lo spettacolo Lenuccia – Una partigiana del Sud, la III edizione di TEATROallaDERIVA (il teatro sulla zattera), manifestazione unica in Italia, insignita del Premio A.Landieri 2013 come Miglior Rassegna Teatrale con la seguente motivazione: “Il Teatro in ogni posto: uno scenario unico, una rassegna dall’altissimo valore civile e sociale”. Nata da un’idea di Ernesto Colutta, con la direzione artistica di Giovanni Meola (Virus Teatrali), la rassegna inaugurata nell’estate 2012 ritorna quest’anno con quattro appuntamenti: tre dal 16 al 30 Luglio e una ‘coda’ il 12 Settembre. Il primo spettacolo, della compagnia Vodisca Teatro, per la regia di Aniello Mallardo, con Maddalena Stornaiuolo e Luigi Credendino, è uno lavoro che racconta la resistenza partigiana a Napoli, città che da sola si liberò dei tedeschi durante le famose ‘4 giornate’. Si ripercorrono quei frenetici ed importantissimi giorni attraverso gli occhi e la storia di Maddalena Cerasuolo, detta "Lenuccia", donna e partigiana a cui oggi è dedicato un ponte a Napoli. Tuttavia, questo non è uno spettacolo del passato, né la ricostruzione storica di una gloria poco celebrata bensì uno spettacolo per non dimenticare. E tutto acquista un altro valore se a farlo sono giovani delle periferie, in questo caso di Scampia, ‘la nuova resistenza’ che sta cercando di cambiarne il volto. Dedicato a Lenuccia, per averci creduto, perché andava fatto.

L’unicità di questa manifestazione è che gli spettacoli vengono rappresentati su di una zattera galleggiante sull’acqua posizionata sul lago termale delle Stufe di Nerone. In questo scenario suggestivo, lontano dal caos e dai rumori, sarà quindi possibile anche quest’anno vedere quattro spettacoli che hanno in comune impegno civile e sociale. La direzione artistica ha puntato nuovamente su compagnie indipendenti e combattive le cui scelte mostrano grande attenzione a temi capaci di far riflettere e ricordare, a volte anche in maniera leggera e divertente, ma sempre all’insegna di un contenuto di spessore, e i cui spettacoli spesso girano anche in ambito nazionale. La rassegna si concluderà a Settembre con la presenza del noto giornalista e critico letterario Francesco Durante che, con Tony Laudadio, più volte attore per Teatri Uniti e Servillo, e con i musicisti Federico Odling e Vittorio Ricciardi (dell’ensemble musical-teatrale ‘I Virtuosi di San Martino’), in una conferenza-spettacolo inserita all’interno della manifestazione Malazè, chicca del territorio flegreo in programma ad inizio Settembre, ripercorre il sogno di tanti emigranti del Sud trapiantati a New York tra fine Ottocento ed inizio Novecento, per raccontare un’epopea legata ai frutti artistici che i nostri connazionali seppero partorire in un’epoca di stenti e sradicamenti.

Alla fine di ogni rappresentazione, il pubblico potrà incontrare gli artisti di serata e il regista Giovanni Meola per una chiacchierata informale nell’area del bar all’aperto delle Stufe.

Dato il successo di pubblico dello scorso anno, è in offerta un abbonamento speciale per i fruitori delle Terme-Stufe di Nerone e gli spettatori di TEATROallaDERIVA, coniugando benessere e teatro come accadeva nell’Antica Roma.

articolo pubblicato il: 14/07/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it