torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
"La Musica in Mezzo al Guado"

convegno al Senato della Repubblica


L’Arci, Amici della Musica, AudioCoop, in occasione della Festa Internazionale della Musica del 21 giugno 2014 In collaborazione con il Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti e con il Cemat, Forum Nazionale per l'Educazione Musicale, I-Jazz, Rete dei Festival, SmartIT organizzano:


La Musica in Mezzo al Guado

Il punto sui provvedimenti legislativi, le proposte di legge, gli strumenti per lo sviluppo del mondo della musica

 Mercoledì 18 giugno 2014 – dalle ore 10.30 alle ore 13.00
presso Sala Convegni – Senato della Repubblica - Piazza Capranica 72 a Roma 
Per l’occasione alle ore 12 si terra’ la presentazione del Mei 2.0 
 il Meeting delle Etichette Indipendenti dei 20 Anni che si terrà a Faenza dal 26 al 28 settembre 2014

Anche quest’anno festeggiamo la Festa della Musica, nata a Parigi per promuovere in ogni piazza e strada la pratica dello strumento musicale e l’ascolto di ogni tipo di musica.

Anche il mondo della musica soffre del periodo di crisi che sta attraversando l’Italia. La fotografia del Paese fatta dall’Istat, presentata il 28 maggio 2014, certifica ancora una volta una contrazione dei consumi e degli investimenti.

La musica è uno dei settori più interessanti del sistema culturale del nostro Paese. Settore che cerca di trovare una sua sostenibilità economica e nuovi percorsi per sostenere la pratica, la formazione musicale, l’aumento della partecipazione culturale delle persone. 
Progetti innovativi e grande capacità di adattamento contrastano la debolezza dovuta a gravi ritardi del settore e alla diminuzione del sostegno pubblico al settore. Il governo, con il decreto legge “Valore Cultura”, ha posto le basi per nuove opportunità come quella di usufruire di spazi demaniali per la nascita di luoghi dedicati alle arti, performative e non solo, sgravi alle opere prime dei giovani musicisti, semplificazione dei live di piccoli concerti, un rinnovamento del FUS capace di guardare alla musica popolare contemporanea , un aggiornamento dell’equo compenso per la creatività, la depenalizzazione del reato di disturbo di quiete pubblica.

Si registrano anche diverse iniziative legislative del parlamento per questo settore come la proposte di legge sulla formazione musicale, sulla creatività giovanile, sui diritti ed altre attivita’. L’ ”Agenda digitale Italiana” potrebbe diventare uno dei volani per rafforzare il settore della musica digitale, sia per la sua fruizione che per la possibilità di sviluppo di nuovi servizi per progetti innovativi a sostegno del mondo della musica. Una riflessione importante va fatta sulla musica e i media, sapendo che la musica italiana è spesso poco valorizzata e che è in corso la definizione del nuovo contratto di servizio tra RAI e Stato italiano che sarà adottato nel 2016 e avrà effetti importanti sulla cultura musicale del nostro Paese.

Per questo l’Arci, AudioCoop e gli Amici della Musica, in collaborazione con il Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti e con il Cemat, Forum Nazionale per l'Educazione Musicale, I-Jazz, Rete dei Festival, SmartIT e altri promuovono un incontro tra gli operatori del settore e i parlamentari di Camera e Senato per fare il punto sulla legislazione in atto, rafforzare percorsi legislativi e promuovere provvedimenti puntuali, sviluppare nuovi ambiti di intervento. L’apertura dei lavori sara’ alle ore 10.30 a cura di Carlo Testini, responsabile nazionale delle politiche culturali dell’Arci, insieme a Roberto Pietrangeli, Coordinatore degli Amici della Musica.
 Alle ore 12 Giordano Sangiorgi del MEI presentera’ Mei 2.0 – Il Meeting delle Etichette Indipendenti che festeggia i suoi 20 anni.

articolo pubblicato il: 06/06/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it