torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
"Terra madre"

a Gualdo Tadino


Terra madre
Sculture ceramiche di Luciana Bertorelli
A cura di Catia Monacelli

Chiesa Monumentale di San Francesco, Gualdo Tadino (Pg) 2 giugno 2014, ore 17.00

Saluti
Luciano Meccoli, Presidente Associazione Turistica Pro Tadino

Presentano la mostra
Catia Monacelli, Direttore del Polo Museale Città di Gualdo Tadino
Elisa Polidori, Storico dell’arte

Realizzata appositamente per la monumentale Chiesa di San Francesco a Gualdo Tadino, in Umbria, e qui presentata per la prima volta, Terra Madre è un’istallazione che l’artista Luciana Bertorelli, con un progetto articolato in sei sculture ceramiche di dimensioni molto diverse tra loro, concepisce quale grido d’allarme per difendere ciò che resta di un pianeta offeso, ferito e lacerato dall’uomo. La terra, madre da tutelare, dalla quale tutto ha origine e si genera, lancia un’ultima straziante richiesta di aiuto: rappresentata da una figura femminile seduta, piegata su se stessa con i gomiti appoggiati alle ginocchia, porta sulle spalle, coprendosi istintivamente il volto in un gesto di difesa, le ultime risorse del pianeta. Una donna senza grembo, senza più forza generatrice, offre ciò che rimane, trasportando l’enorme fardello, gli elementi indispensabili per salvare il mondo, gli stessi che Luciana Bertorelli, con sapiente maestria, ha impastato, plasmato e modellato fino a creare piccole e grandi pangee che tessono questo racconto: Pangea Rossa, la più piccola, porta sulla schiena un sacco dentro il quale appare un bambino, l'uomo; Pangea Fuoco, il cui fardello sprizza lapilli e lava, rappresenta la ricchezza incalcolabile racchiusa nelle viscere della terra; Pangea Acqua con la sua anfora dentro la quale confluiscono i lunghi capelli a formare una fluente cascata; Pangea Petra, ha il colore rosato e cangiante delle pietre di fiume, il peso della sostanza; Pangea Flora contiene nel suo sacco fiori colorati ed il verde delle foglie, fonti di linfa e nutrimento; Pangea Aria che le domina tutte, è la più grande e racchiude l’energia che trasmette il soffio della vita. L’opera di Luciana Bertorelli conduce lo spettatore in un emozionante percorso che richiama i miti fondanti sull’origine stessa dell’universo e dell’uomo, ma ci pone anche davanti a grandi interrogativi: quale strada seguire? Come evitare di distruggere la nostra terra? Possiamo ancora tornare indietro? L’arte per Luciana Bertorelli è parte integrante ed inscindibile del suo percorso esistenziale. Attraverso questo personale cammino ci invita ad un atto di responsabilità: difendere il nostro pianeta per consegnarlo alle generazioni future.
(Catia Monacelli)

Chiesa Monumentale di San Francesco 2 – 29 giugno 2014 Venerdì, sabato e domenica 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

POLO MUSEALE CITTA' DI GUALDO TADINO Piazza Soprammuro 06023 Gualdo Tadino (Pg) 0759142445 - 347 7541791 - info@roccaflea.com

articolo pubblicato il: 29/05/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it