torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

elzevirino
che Fratelli la Bambina!
di T. Da Malacerna

Il mancato raggiungimento del quattro per cento da parte di Fratelli d’Italia, al di là del ricorso pendente presso la Corte Costituzionale contro lo sbarramento, porta a fare alcune considerazioni.

Quando Giorgia Meloni e Guido Crosetto uscirono polemicamente dal PDL furono guardati con simpatia e soprannominati “Il Gigante e la Bambina”. Subito, però, con la rinascita di Forza Italia, entrò in Fratelli d’Italia Ignazio La Russa, personaggio da troppi anni alla ribalta e soprattutto associato ad una gestione da molti considerata negativa del Ministero della Difesa. Fu La Russa a decidere di imbarcare i fucilieri di Marina sulle navi mercantili, con la prevedibile carenza di giurisdizione che ha portato in seguito al pasticcio della Lexie ed all’arresto dei due marò; fu lui a concedere ai bombardieri francesi l’uso delle nostre basi nonostante un Trattato d’amicizia con la Libia. La figura di Gheddafi era quella di un dittatore sanguinario, ma, guarda caso, l’Italia aveva praticamente una specie di monopolio economico in Libia, mentre dopo la “primavera” le imprese francesi hanno soppiantato le nostre.

Gianni Alemanno ha pensato bene di mettersi in lista alle Europee. Gianni Alemanno è colui che era già riuscito nell’intento di riconsegnare Roma alla sinistra dopo solo quattro anni di amministrazione di destra; nel suo Sud Alemanno è riuscito a prendere solo quarantaquattromila voti, contro i centoquattromila della giovane Meloni. Ma non basta. Nel gruppo si è imbarcato anche Italo Bocchino, conosciuto più che altro per la storia con Mara Carfagna quando erano ambedue nel PDL e per quella fugace con Sabina Began quando era ormai una nemica berlusconiana. Ma non basta. Ci si è messo anche Magdi Allam, del quale è del tutto inutile parlare.

Con questi Fratelli poca strada poteva fare la Meloni, nonostante la sua faccia giovane e pulita e la sua voglia di prendersi i voti di un Berlusconi ormai sul Sunset Boulevard.

articolo pubblicato il: 27/05/2014 ultima modifica: 10/06/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it