torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
"Per un'officina delle culture di Roma"

primi passi


Un gruppo di cittadini di diversa formazione, cultura, mestiere età e cittadinanza, unito dall'amore per Roma e dalla volontà di sostenere la ricchezza delle tante culture che vivono in questa città, si è fatto portavoce dell’assoluta necessità di dare spazio alla varietà delle culture che convivono nella capitale facendosi promotori della campagna “Per un’officina delle culture a Roma”.

Nella convinzione che sia giunto il momento, per l’amministrazione pubblica di Roma, di dare un serio contributo per la creazione di uno spazio dedicato alle culture migranti si è deciso di convocare in un incontro pubblico le associazioni che da anni si occupano della conservazione, della diffusione delle culture migranti e del loro incontro per valutare insieme le forze e le energie che potrebbero riunirsi in un progetto così importante e ormai indispensabile per Roma. Il gruppo è aperto a chi condivide questa urgenza per l’incontro delle culture a Roma e intende incontrare le associazioni per catturare le diverse energie in moto, e per collaborare alla creazione di una città dove dal riconoscimento e dalla convivenza delle diverse culture si vada verso una città più viva, pulsante e aperta all'incontro.

Martedì 13 maggio alla Biblioteca del Senato di piazza della Minerva il progetto Per un’officina delle culture a Roma è stato presentato alle associazioni culturali dei migranti e agli operatori culturali che hanno voluto aderire. Tante adesioni all'iniziativa e tanta partecipazione. Un dibattito vivace e l’impegno di continuare a lavorare “sporcandosi le mani”, come si fa nelle officine, per costruire – collaborando – uno spazio comune in cui realizzare eventi e progetti, uno spazio pubblico fruibile, da gestire, per realizzare e condividere espressioni culturali diverse, per accrescere le contaminazioni e nutrire, così, la cultura della città. È stato detto, con forza, che è necessario valorizzare la rete di Roma Multietnica, il servizio interculturale delle Biblioteche di Roma, una rete già funzionante e importantissima ma priva delle risorse adeguate per dare spazio alle iniziative delle associazioni. Ed è emersa, come idea centrale, che occorre raccogliere le preziose testimonianze delle singole associazioni che hanno già lavorato sul terreno e che intendono aderire al progetto. Hanno partecipato rappresentanti istituzionali, tra cui l'On. Khalid Chaouki, hanno ascoltato e durante l'incontro sono intervenuti a favore dell'iniziativa dell'Officina, riconoscendo che la città è pronta per questo progetto. E’ intervenuto Silvio Di Francia dell’Ufficio per i Diritti Fondamentali di Roma Capitale e una rappresentante dell’Assessore alla Cultura del Comune di Roma ha reiterato l’adesione e l’appoggio di Flavia Barca al progetto. Anche Gabriella Sanna responsabile della Redazione di Roma Multietnica del Sistema Bibliotecario del Comune di Roma ha dichiarato che il progetto va nella direzione giusta e si è resa disponibile a collaborare. Il gruppo promotore ha anche lanciato una campagna di adesioni on line al seguente indirizzo: http://officinadelleculturearoma.wordpress.com/ ed inizia ad incontrarsi virtualmente su Facebook https://www.facebook.com/pages/Officina-delle-culture-a-Roma/630921966978433?fref=ts

articolo pubblicato il: 15/05/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it