torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Pasquarosa nei luoghi di Pasquarosa"

a Villa Strohl-fern di Roma


Settimo Cielo presenta

Pasquarosa nei luoghi di Pasquarosa – un progetto di Gloria Sapio e Maurizio Repetto.

con il patrocinio di Regione Lazio – Ufficio Consigliere di Parità Roma Capitale - Assessorato allle Politiche Culturali e Centro Storico Comune di Anticoli Corrado in collaborazione con Museo Studio Trombadori Associazione Amici di Villa Strohl-fern

Tre giorni a Villa Strohl-fern (Via di Villa Ruffo 31), presso l’unico atelier d’artista ancora perfettamente conservato tra i molti che vi sorgevano dalla fine dell’Ottocento al dopoguerra, il Museo Studio Trombadori, per ricordare Pasquarosa Marcelli, pittrice di talento affermatasi nel periodo della Secessione, e al contesto in cui visse e operò: la Scuola Romana, gli artisti di Anticoli Corrado. Si comincia il 23 maggio alle ore 18,00 con la presentazione della pubblicazione del testo teatrale “Pasquarosa – studio per una pittrice” di Gloria Sapio e Maurizio Repetto, edito da Studio 12. Intervengono: Donatella Trombadori, Paolo Bertoletti, Carlo Fabrizio Carli, Francesca Lombardi e Gianfranco Calligarich Il 31 maggio e 7 giugno alle ore 19,00, nella preziosa e rara cornice dello Studio, andrà in scena lo spettacolo. La suggestione del luogo è l’elemento preponderante del progetto dal momento che Pasquarosa visse a Villa Strohl-fern insieme al marito, il pittore Nino Bertoletti , in uno studio del tutto simile a quello che ospita oggi il Museo Trombadori. L’iniziativa vuole contribuire ad accendere l’attenzione del pubblico su ambiti e personaggi importanti per la trasmissione del nostro passato e della nostra storia culturale. Indispensabile la prenotazione ai numeri 3332014272 e 3318254599

Una bambina stretta nel busto a stecche e con ai piedi scarpe infinitamente troppo grandi,. Questa è una delle prime immagini di Pasquarosa, modella ancora imberbe ma già icona. In quell’abito, in quell’atteggiamento l’essenza e il presagio del suo divenire: da contadina a ninfa, sottile e liberty nelle sculture di Nicola d’Antino, a nudo roseo e sensuale innumerevolmente ritratto dal marito Nino Bertoletti, a pittrice dai colori incredibili buttati di getto sulla tela, protagonista vivace di tutto un novecento romano fatto di amici che si chiamano Pirandello, Capogrossi, De Chirico, Soffici, Cecchi, Guttuso, Tofano... In scena gli attori restituiscono un ritratto “sensibile” di Pasquarosa, fatto di rimandi e tessiture emotive in una partitura a due che mette in primo piano la donna e l’artista, il sapore e il clima di un novecento italiano, colto, sperimentale e innovativo.

Pasquarosa – studio per una pittrice nasce dai laboratori di Giovani InnESTi un progetto realizzato con il contributo dell’Assesssorato alle Politiche Culturali della Provincia di Roma in collaborazione con l’A.T.C.L., l’Unione dei Comuni del Medaniene, la partecipazione attiva del Civico Museo di Arte Moderna di Anticoli Corrado e, soprattutto, del Prof. Paolo Bertoletti, studioso d’arte, coordinatore del museo e nipote della pittrice. Gloria Sapio e Maurizio Repetto, attori, autori e registi, con molteplici esperienze al loro attivo, si occupano prevalentemente, a partire dal 2006, di progetti territoriali. La loro ricerca artistica si sposa con la creazione e il consolidamento di una sorta di laboratorio permanente delle arti performative nella zona est della Provincia di Roma, condotti grazie al sostegno della Regione Lazio e dell’Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Roma. Nel 2010 e 2011, con il progetto Officina E.S.T., Settimo Cielo diviene Officina Culturale della Regione Lazio.

Lo studio n. 12 del pittore Francesco Trombadori (Siracusa 1886-Roma 1961) è uno dei rarissimi esempi di studio d’artista dell’800 a Roma ancora integro, perfettamente conservato grazie alla cura della Sig.Ra Donatella Trombadori e dell’Associazione Amici di Villa Strohll-fern E’ situato all’interno di un parco attiguo a Villa Borghese che fu di proprietà del mecenate alsaziano Alfred Wihelm Strohl che concepì il disegno di un pensionato artistico, disseminando il parco di studi. Vi trovarono ospitalità decine di artisti da Cipriano Efisio Oppo e Deiva De Angelis a Carlo Levi, Arturo Martini, Drei, Selva, Brazda, Socrate, e molti altri. Dal 1957, divenuto il terreno di proprietà francese, è sede dell’Istituto Chateaubriand. Lo Studio è l’unica parte ancora visitabile.

articolo pubblicato il: 14/05/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it