torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"Pietro Tedeschi e i miti del sacro"

presentazione a Civitanova Marche Alta


Il Sindaco di Civitanova Marche Tommaso Claudio Corvatta l'Assessore alla Cultura e Turismo Giulio Silenzi il Presidente Rotary Club di Civitanova Marche Claudio Augusto Scoponi invitano la S. V. alla presentazione del libro d'arte

"Pietro Tedeschi e i miti del sacro"

SABATO 17 maggio 2014 ORE 17,30 Auditorium di Sant'Agostino Civitanova Marche Alta (MC) Interverranno: Dott.ssa Maria Rosaria Valazzi Soprintendete Beni Storici Artistici, Urbino Prof. Stefano Papetti Storico dell'Arte Dott. Gabriele Barucca Dirigente Soprintendenza Beni Storici Artistici, Urbino INGRESSO LIBERO Sarà possibile acquistare il libro in promozione LA MANIFESTAZIONE CULTURALE CURATA DALLA PINACOTECA CIVICA MARCO MORETTI PARTECIPA ALLA VI EDIZIONE DEL GRAND TOUR MUSEI 2014 Info tel. 0733-891019, info@pinacotecamoretti.it-www.pinacotecamoretti.it

(Comune di Civitanova Marche, Soprintendenza Beni Storici Artistici Etnoantropologici delle Marche, Regione Marche, Pinacoteca civica Marco Moretti, Marche Museo Gold, Azienda Speciale Teatri di Civitanova)

Pietro Tedeschi (Pesaro, 1750 - Roma, post 1808) attento interprete del classicismo di Francesco Mancini, che miscela con echi della pittura bolognese da lui conosciuta durante la formazione. Allievo di Gian Andrea Lazzarini ne uscì il migliore dei suoi allievi. Attivo per gran parte della sua carriera a Roma, dove risedette quasi senza interruzioni dal 1777 fino almeno al 1808, anno in cui firmò le sue ultime opere note, e dove, secondo le fonti, aprì una scuola di pittura. Prima di lasciare la Marca egli aveva lavorato insieme ad altri allievi del Lazzarini in importanti cicli di dipinti murali, tra i quali merita segnalare le decorazioni delle sale del palazzo Compagnoni Marefoschi di Macerata, risalenti agli anni 1774-1775. Ma Tedeschi fu soprattutto un prolifico pittore di tele ed in particolare di pale d’altare, che anche durante il soggiorno romano continuò a realizzare in gran parte per chiese della Marca, specie Agostiniane.

articolo pubblicato il: 12/05/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it